Navigazione veloce

I nostri ebook

In questa pagina sono pubblicati gli ebook da noi prodotti, con e per i ragazzi.

Per visualizzare gli e-book in formato ePub (un formato standard che può essere letto sia su lettori, Tablet, Computer, Smartphone) è necessario scaricare un’applicazione specifica.

Per PC Windows

tra i tanti: Ebook Reader

http://icecreamapps.com/it/Ebook-Reader/

Per Mac e iOS (iPhone e iPad)

iBooks (dovrebbe essere già installato)

https://itunes.apple.com/it/app/ibooks/id364709193?mt=8

Per Mac e PC si possono installare componenti aggiuntivi sul Browser

Per Firefox

https://addons.mozilla.org/it/firefox/addon/epubreader/

Per Chrome

http://readium.org

Per smartphone Android

Tra i tanti:

https://play.google.com/store/apps/details?id=org.geometerplus.zlibrary.ui.android&hl=it


Garibaldi in Val di Bisenzio: un ebook che nasce dalla ricerca dei ragazzi della 3 A nell’A.S. 2016-2017.

Dall’introduzione del libro:

“Questo lavoro è stato svolto dagli alunni della III a dell’Istituto Comprensivo Bartolini di Vaiano nell’anno scolastico 2016-2017. Abbiamo affrontato lo studio del Risorgimento e in particolare abbiamo approfondito la figura di Garibaldi, lo spunto per iniziare una ricerca di microstoria è nato dalla scoperta che esisteva una targa, nella via principale del paese, che ricordava il passaggio di Garibaldi dalla vallata.

A questo punto ci siamo anche chiesti se nel paese la gente sapesse qualcosa di questa targa e del motivo per cui era passato, ma anche se la gente conoscesse la figura di Garibaldi; nonostante infatti ci siano dovunque in Italia, targhe, statue piazze e vie a lui dedicate, la gente dopo tanti anni conosce ancora questa figura? Abbiamo così preparato un questionario e i ragazzi hanno intervistato amici, parenti e passanti, certo non è un campione attendibile, ma sicuramente può dare un’idea della cosa, trovate la nostra analisi nel primo capitolo di questo e-book: Garibaldi chi era costui?

Rendendoci conto che non avevamo molte risposte, ci siamo rivolti al Centro di documentazione Storica ed Etnografica (CDSE) della Valbisenzio, un archivio e centro di ricerca con una specifica propensione alla didattica.

Guidati dai loro operatori, abbiamo rintracciato:

  • fonti scritte che ci hanno aiutato a ricostruire la storia, la trovate nel secondo capitolo: La Storia di Garibaldi in Val di Bisenzio.
  • fonti visive: come foto della Vallata a fine ‘800, inizi ‘900 che ci hanno aiutato a ricostruire una visione della vallata del periodo in cui Garibaldi ci è passato. Trovate questa ricerca nel terzo Capitolo: la Val Bisenzio dagli occhi di Garibaldi.
  • Le targhe presenti sul territorio che segnano passo passo il percorso dell’eroe dei due mondi. Trovate foto e trascrizioni nel quarto capitolo: le targhe presenti sul Territorio.
  • Abbiamo infine ricostruito il percorso, utilzzando alcune carte, ma soprattutto abbiamo creato una mappa interattiva attraverso l’applicazione MyMap di Google. Trovate questo lavoro nel quinto capitolo: Cartografia del passaggio di Garibaldi.

Buona lettura!”

 

Per scaricare il file in formato  ePub cliccare qui. (E’ necessario un software specifico vedi sopra).

Per scaricare il file per kindle cliccare qui

 

 


 

 

Ultimi 3 articoli dei mesi precedenti

13 Dic 17 - Iscrizioni a.sc. 2018/2019

Si pubblicano tutte le informazioni necessarie per le iscrizioni alla scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado per il prossimo anno scolastico:  

10 Dic 17 - SCUOLE CHIUSE 11 dicembre 2017

A causa delle avverse condizioni meteorologiche, per ordinanza dei Sindaci, domani 11 dicembre 2017  tutte le scuole dei comuni di Vaiano e Cantagallo rimarranno chiuse.

7 Dic 17 - Progetto Orientamento: “Educare alla progettualità: come aiutare i nostri figli nella scelta dei nuovi percorsi dopo la scuola media”

Mercoledì 13 dicembre alle ore 17.00, presso il plesso di scuola secondaria, si terrà un incontro con il dott. Gheri, rivolto ai genitori degli alunni delle classi terze, dal titolo “Educare alla progettualità: come aiutare i nostri figli nella scelta dei nuovi percorsi dopo la scuola media”. I genitori sono invitati a partecipare.